La Storia : la nascita di un Centro Minibasket.

02.01.2019

Proposta : esercizi e giochi 

intervallo per arrivo alla esecuzione pratica della lezione. 

Percorso operativo : 

Puntare al benessere psicofisico e rendere i bambini protagonisti attivi del gioco. 

Chi scrive ha seguito il seguente percorso :

- Allenamento

- Nascita di un associazione sportiva 

Nella pianificazione teorica, fare nascere un centro minibasket, un associazione sportiva, in genere, non è cosa facile. 

L'impegno va visto nella totalità, quindi qualità e ore di allenamento, sapendo che " quelli che insegnano...devono sapere insegnare ", riferito allo sport, quindi il confronto aperto è con la teoria e metodologia delle attività motorie e sportive. 

Obiettivi da perseguire, in base alle abilità di partenza, alla competenza posseduta come Istruttore, è trasferire nell'allievo capacità motorie e fondamentali tecnici. 

Il punto importantissimo è presentare la " novità " rispetto al passato, alla concorrenza, percepire lo spazio, la didattica, che in esso raggiunge l'allievo, che ha bisogno di esercitarsi con noi. 

Con cura, senza sponsor, è difficile, avere bambini, altri bambini, un Istruttore, seppure competente, non ha grande libertà, se mancano le risorse, non solo il collegamento scuola - famiglia- territorio, per qualsiasi educatore, professionalmente, anche nella motivazione è importante, quando la scuola, ad esempio, non ci affida nessun bambino, come nel mio caso, l'esperienza motoria, lo stile di vita corretto e salutare, il fair - play, la salute e il benessere, sono obiettivi, programmati, messi in secondo piano, mancando la collaborazione e la sensibilità. Gli spazi, i tempi, le attrezzature, valorizzano quindi esperienze extra-scuola, sapendo che, ovviamente, la scuola non discrimina. 

Il piano organizzativo di Giuseppe Di Summa è una salita razionale, dal 2007. nel Comune di Francavilla Fontana, per fare lezioni, esercitazioni, di minibasket, cosa non facile, realizzata nella stagione 2017-2018, dopo dieci anni. 

L'obiettivo che si può raggiungere, per questo progetto, nato nel 2007, con la forma scritta, con uno studio, sono delle opportunità, convenienti o meno, che sono arrivati alla valutazione del risultato sportivo, risolvendo problemi specifici, è chiaro, che l'Istruttore è stato segnato, dalla precedente esperienza quella del 1999-2001, come gioco e giocatore, cacciato, in modo benevolo, da un'altro gruppo, toccato dall'esigenza che i bambini siano contenti, dal dovere proporre cose che si capiscono, nel tentare di ottenere risultati.

Per il Comune, ove risiedo, l'unico a dire il vero, dove sono stato in Provincia di Brindisi, non sono Istruttore / Allenatore / Educatore, questo non sorprenda, lo spazio non è grande, per fare lezioni, è piccolo, proprio per il fatto che la tradizione è nei segreti della scuola, che chi scrive a Francavilla Fontana non ha voluto, l'emozione, le capacità cognitive del giocare a Minibasket, potenziare l'attività motoria, portano allo scopo essenziale dell'intervento educativo e formativo, proporre nel bambino una modificazione significativa del comportamento motorio, qui il Centro Minibasket, nato nel 2007, che ha fatto lezione, dieci anni dopo, ha realizzato la conoscenza dello spazio, per i bambini, è riuscito a dare disposizioni per giocare, è riuscito con un piccolo gruppo a passare dall'educazione e sviluppo delle capacità motorie sino ai giochi e gare con la palla, per sviluppare le capacità di gioco. 

E' tutto, qui, dieci anni, per fare lezioni ed esercitazioni a Francavilla Fontana ( Br )